Teatro in occasione della festa di BLOGAL

29 marzo 2009, ore 17.00 - Circolo Di Noi Tre, Via Plana Alessandria
Giorni Felici di Massimo Brioschi
con Monica Lombardi, Elisabetta Puppo, Giuseppe Ruggiero.
Regia: Massimo Brioschi e Luigi Di Carluccio
Quanto si decide della propria vita e quanto la si subisce? C’è un destino che ci aspetta? Nessuno dei tre personaggi di ‘Giorni felici’ si pone apertamente questi dubbi. Forse proprio per questo sono felici, anche se non lo sanno. Il mistero della comunicazione e dell’esistenza sociale nel racconto, comico e spensierato, di tre personaggi uniti da legami che non sanno gestire, da istinti che faticano a riconoscere e da fatti a cui non sanno opporsi.

Monica Lombardi, dopo aver frequentato circa mille corsi di teatro, pare per superare una
delusione amorosa, si butta sul palco. Dichiara che il ruolo che ha sentito più suo sia stato
quello in cui ha interpretato una giovane incavolata nera col suo fidanzato in “La proposta
di matrimonio” di Cechov. sarà un caso?
Giuseppe Ruggiero per sfruttare gli studi in ingegneria ha deciso di dedicarsi al teatro,
frequentando il corso del Macallé e interpretando successivamente diversi ruoli
psicologicamente scomodi negli spettacoli della compagnia MaxAub, tra cui un facchino,
un giovane senza lavoro e un assassino
Massimo Brioschi non ha molti ricordi prima dei dodici anni, il che gli fa presumere di aver
vissuto un’infanzia felice. A volte scrive, per non dimenticare anche gli anni più recenti.
Quest’anno è tornato, dopo due anni, tra i primi ottomila tennisti italiani secondo la
classifica della federazione
Luigi Di Carluccio ha recitato sempre per la compagnia Max Aub solcando i teatri di
Castelceriolo e provincia. Ha provato a mettersi in proprio come regia, trattando temi come
l'emigrazione italiana all'estero e i crac finanziari. Si può dire che Giorni Felici sia il suo
primo contributo registico dal tema leggero.

Ingresso libero
Email: info@maxaub.it

1 commento:

Elly ha detto...

A proposito di GIORNI FELICI di Massimo Brioschi

Spinta dalla voglia di teatro e di nuova drammaturgia, sono andata a vedere "Giorni Felici" di Massimo Brioschi. Lo spettacolo è privo di scenografia, punta tutto sulla bravura degli attori e la freschezza del testo. Malgrado il numero ridotto degli spettatori, alla fine gli applausi sono stati calorosi e meritati. Mi è piaciuto molto e consiglio a chi non c'era al Teatro di Fresonara di assistere alle prossime repliche.
Elly